Anche questa terza edizione della manifestazione modellistica "Modellismo, tra storia, divertimento e passione", organizzata da "La Compagnia dei Modellisti - Legnano", con il patrocinio del Comune di Parabiago (MI) e con la collaborazione dell'Associazione Nazionale Paracadutisti d'Italia - Nucleo di Legnano (MI) è stata fuori dagli schemi tradizionali delle mostre di modellismo. L'edizione del 2009, per l’inspiegabili diniego posto dall'Amministrazione Comunale che aveva ospitato le precedenti manifestazioni, si è spostata nella molto più scenografica e pittoresca sede di Villa Corvini di Parabiago (MI), residenza gentilizia del 17° secolo, attrezzata per ospitare manifestazioni espositive, congressi e convegni di ogni genere, in una cornice indubbiamente incantevole.
L'edizione appena terminata ha superato ogni più rosea aspettativa, surclassando in buona parte il notevole successo conseguito lo scorso anno, sia in termini di pubblico che di espositori. Infatti un'ottantina di espositori, provenienti da Piemonte, Lombardia, Liguria, Veneto, Trentino, Emilia Romagna, Toscana ed anche dalla lontana Sicilia, hanno messo in bella mostra ben 332 lavori modellistici di ogni tipo, un centinaio in più rispetto alla precedente edizione. Da sottolineare anche la massiccia presenza di modellisti juniores, fino a 16 anni: 11 "artisti" in erba, il più giovane di soli 6 anni, circostanza che fa ben sperare per il futuro di un hobby che spesso viene definito "solo per adulti".
L'affluenza del pubblico è stata notevole, in modo particolare nel corso della giornata di domenica, con momenti di vera ressa all'ingresso e nei locali dell'esposizione; una nota indubbiamente positiva, è legata alla presenza di tantissime famiglie con bambini, che si sono dimostrati interessati e pronti a chiedere informazioni di ogni tipo. Si è stimato che l'affluenza sia stata quasi doppia rispetto allo scorso anno, superando di molto i 1.500 visitatori, numero che, per una manifestazione di nicchia, è di tutto rispetto. A contorno dell'esibizione modellistica, una serie di attività parallele ha contribuito a mantenere sempre desto l'interesse dei partecipanti. In primo luogo, a continuazione del percorso di avvicinamento del pubblico alle nostre Forze Armate, intrapreso con la passata edizione, la “La Compagnia dei Modellisti – Legnano” ha invitato a partecipare il Nucleo di Legnano dell'Associazione Nazionale Paracadutisti d'Italia, che ha allestito un visitatissimo stand ricco di cimeli della specialità, tra cui spiccavano dei manichini con uniformi storiche ed un paracadute spiegato sopra le teste dei visitatori. Nello spirito che anima i "fanti dell'aria", i Soci dell'A.N.P.d'I., con la loro uniforme ed il caratteristico basco rosso, hanno coinvolto il pubblico mostrando e spiegando nei dettagli quanto era esposto, facendo provare anche ad alcuni piccoli visitatori l'ebbrezza di indossare un paracadute e rendendosi sempre disponibili a farsi fotografare al grido di "Folgore!". Dall’entusiastico impegno profuso per la buona riuscita della mostra e dalle sentite parole di complimento del Fiduciario del Nucleo, cavaliere Sergio Luraschi, è potuto trasparire tutto l’apprezzamento del Nucleo di legnano dell’A.N.P.d’I. per questo genere di manifestazioni e l’augurio di poter proseguire in proficue collaborazioni tra i due sodalizi anche in futuro. Alcune vetrine ospitavano gustosi pezzi storici di militaria della specialità, accanto a modellini, prevalentemente figurini, dedicati ai Paracadutisti italiani, che hanno riscosso un notevole interesse. Alcuni rievocatori, inoltre, hanno fatto rivivere le gesta dei Paracadutisti del Regio Esercito, con le loro uniformi risalenti alla nascita della specialità, all'epopea di El Alamein, alla battaglia di Nettuno. Non ultima, infine, l'esposizione di alcune tavole uniformologiche autografe del noto figurinista Piero Compagni e di una selezione di figurini provenienti dal museo del Figurino Storico di Calenzano (FI).
Le massime cariche del Comune di Parabiago, che ha patrocinato la manifestazione, il sindaco dottor Olindo Garavaglia, gli assessori alla Cultura ed alla Protezione Civile ed uno dei Capogruppo di maggioranza, hanno visitato la mostra, esprimendo lusinghiere parole di apprezzamento. Il sindaco ha inoltre voluto presenziare alla cerimonia conclusiva, rinnovando pubblicamente i propri complimenti per la formula adottata per la manifestazione, per l’organizzazione e per le tematiche proposte. Entusiasta anche il tenente colonnello Stefano Manni, in rappresentanza del generale di Corpo d'Armata Chiarini, comandante del Corpo d’Armata di Reazione Rapida della NATO NRDC-IT di Solbiate Olona (VA), che si è gentilmente prestato a premiare i modellisti più giovani e quelli che hanno presentato i lavori ritenuti più meritevoli, offrendosi anche per una foto ricordo con ciascuno di loro. La mostra, anche in questa edizione, ha infatti mantenuto la sua formula non competitiva, anche se l'A.N.P.d'I., la Marvia Edizioni, Libreria Militare ed il museo del Figurino Storico di Calenzano hanno assegnato alcuni riconoscimenti ai lavori più meritevoli, riepilogati qui di seguito:

Premio Speciale A.N.P.d'I. - "I Paracadutisti nella Storia d'Italia" - premiati ciascuno con un volume messo in palio dall'A.N.P.d'I di Legnano:
1. “Divisione Paracadutisti "Folgore", El Alamein, ottobre 1942” di Marcello Sbigoli (GPF Firenze);
2. “Carabiniere Paracadutista in Nord Africa - 1941” di Maurizio La Rocca (ACME Lainate).

Premio Speciale A.N.P.d'I. per i modelli non dedicati alla tematica dei parà - premiati ciascuno con una targa del'A.N.P.d'I. di Legnano:
1. “Nave Anteo” di Giuseppe Belloni, modellista indipendente di Parabiago (MI);
2. “Jagdpanther” di Massimo Cazzato, modellista indipendente di Sesto San Giovanni (MI);
3. “Tyrrel P34 Six Wheeled 1976” di Alessandro Valtorta (Pro Loco Giussano).

Premio Speciale Marvia Edizioni - premiati ciascuno con un volume offerto da Marvia Edizioni:
• “Corazzata Bismark” di Renato Villa, modellista indipendente di Desio (MI), premiato anche con una medaglia ricordo della C.M.L.;
• “Seelowe Aprile 1945” di Mauro Ratti;
• “M4A3E2 Sherman "jumbo", Belgio dicembre 1944” di Marco Barlesi (GPF Firenze);
• “Uomo d'arme italico” di Massimo Buttol (AMV Lilliput);
• “Inquisitor” di Massimiliano De Bernardo (ACME Lainate).

Premio Speciale Libreria Militare - premiato con un volume edito da Libreria Militare:
• “Messerschmitt G14” di Roberto Rizzi, modellista indipendente di Nerviano (MI).

Premio Speciale Museo del Figurino Storico di Calenzano - premiati con pubblicazioni offerte dal Museo:
• “Carro L3 lanciafiamme Gruppo Squadroni Corazzati San Giusto” di Carlo Cucut (CRS - Genova);
• “In attesa - 1940” di Luigi Ghidoni (Pro Loco Giussano).

Inoltre tutti i modellisti Juniores hanno ricevuto direttamente dalle mani del tenente colonnello Manni una medaglia come incentivo a continuare nell'attività modellistica. Di seguito i loro nomi, perché meritano uno spazio tutto per loro:

• Alberto Ceccamea
• Andrea Plevani
• Chiara Plevani
• Claudio Germiniani
• Dario Crippa
• Elena Germiniani
• Federico Della Monica
• Gianluca Rota
• Matteo Napoli
• Sala Lorenzo
• Simone Lombardo

Insomma, in un clima di amicizia e di cordialità, si è conclusa anche questa terza esperienza espositiva de "La Compagnia dei Modellisti - Legnano", coronata da un succulento pranzo presso un ristorante situato nei pressi della sede della mostra, dato che anche i momenti di convivialità non possono mancare in queste circostanze.

Ed ora non resta che dare a tutti l'appuntamento per il prossimo anno!

Paolo Crippa per "La Compagnia dei Modellisti - Legnano"